La connessione tra le apparizioni della Madonna di Fatima ed il conto del Profeta Noè

In tale articolo presentasi dell’evidenza reputata alludere ad una diretta connessione tra il messaggio della Madonna di Fatima, il conto del Profeta Noè e le parole di nostro Signore Gesù Cristo in referenza agli ultimi tempi. Considerisi che tali informazioni sono estremamente importanti da divulgare, giacché offrenti marchi accurati degli ultimi tempi, alludendo ad un estremamente prossimo ritorno del Cristo.

Sebbene non si sia ovviamente infallibili né al corrente della data della fine del mondo, le argomentazioni presentate sostanziano le presenti asserzioni.

Le parole di Gesù Cristo innanzitutto: il Cristo è Dio e le Sue parole sorreggono sempre un’infallibilità naturale, sicché, ripetanosi le sante ed infallibili parole di nostro Signore Gesù Cristo.

Luca 17:26-30: “E quel, che avvenne nei giorni di Noè, avverrà ancora ne’ giorni del Figliuolo dell’uomo. Mangiavano e bevevano, e facevano sposalizj fino al giorno, in cui Noè entrò nell’arca: e venne il diluvio, e mandò tutti in perdizione. Come pur successe ai tempi di Lot: mangiavano e bevevano: comperavano e vendevano: piantavano e fabbricavano. Ma nel giorno, che Lot uscì da Sodoma, piovve fuoco e zolfo dal cielo, e tutti mandò in perdizione: Così appunto sarà nel giorno, in cui verrà manifestato il Figliuolo dell’uomo.”

L’usuale interpretazione di tale passaggio, alla quale aderiscesi, nota che durante gli ultimi tempi le persone sarebbero state estremamente simili alla generazione del Profeta Noè ed a quelle di Sodoma e Gomorra nelle loro inclinazioni. Alfine di illustrare tale docenza più chiaramente si consideri quanto segue.

Genesi 6:11-14, 17: “Ma la terra era corrotta davanti a Dio, e ripiena d’iniquità. Ed avendo Dio veduto come la terra era corrotta (perocché ogni uomo sulla terra nella sua maniera di vivere era corrotto), Disse a Noè: la fine di tutti gli uomini è imminente ne’ miei decreti: la terra per opera loro è ripiena d’iniquità e io gli sterminerò insieme colla terra: Fatti un’arca di legnami piallati: tu farai nell’arca delle piccole stanze, e la invernicerai di bitume di dentro, e di fuori. … Ecco, che io manderò sopra la terra le acque del diluvio ad uccidere tutti gli animali, che hanno spirito di vita sotto del cielo: tutto quello, che è sopra la terra anderà in perdizione.”

Orbene, si è stabilita la prima connessione: il Cristo, nonché Dio, delineò gli ultimi tempi mediante della rivelazione; lo Spirito Santo fece sì che la Sacra Bibbia promuovesse una descrizione delle generazioni fungenti da esempio primario di quelle degli ultimi tempi, ovverosia, quelle del Profeta Noè e di Lot.

Il fatto che la presente generazione è così estremamente simile a quella del Profeta Noè o di Lot non è affatto una coincidenza: esse sono le esatte generazioni descritte dal Cristo in referenza agli ultimi tempi. Pertanto, è possibile affermare pubblicamente e con dell’assertività assoluta che con riguardo agli eventi futuri la Sacra Bibbia dimostra la sua origine Divina con precisione estrema.

Le persone usualmente non meditano sulle implicazioni dell’adempimento di una profezia: ogni profezia adempiuta è un segno potente dell’origine Divino della Sacra Bibbia, della veracità di Dio e dell’assoluta verità della Sua rivelazione.

Ciascuna profezia adempiuta è ancora una grazia speciale per coloro ricercanti la verità, così come scandito dal Cristo Medesimo.

Giovanni 13:19: “Fin d’adesso vel dico, prima, che succeda: affinché quando sarà succeduto, crediate, ch’io son quell’io.”

Laonde, si cammini con assertività sulla strada rivelata dal Cristo, sulle profezie da Lui amorosamente condivise: si continui a sradicare i tesori posizionativi.

Una delle cose usualmente dimenticate circa i giorni del Profeta Noè e la loro connessione con gli ultimi tempi è la seguente: i tempi del Profeta Noè erano tempi di apostasia pressoché universale; difatti, l’apostasia era così estrema e dilagata che solamente il Profeta Noè e la sua famiglia, di 8 membri, furono salvati dalla punizione.

Conseguentemente, possiedesi un’ulteriore chiarificazione circa la delineazione degli ultimi tempi, motivo per cui è possibile essere sicuri di trovarsi in maniera definita alla fine degli ultimi tempi: gli ultimi tempi sarebbero stati marcati da un’apostasia pressoché universale, come nel caso del Profeta Noè, oltreché da una perversione sessuale estrema, come nel caso di Lot.

La presente è la generazione di un’apostasia pressoché universale a causa particolare dell’avvento della setta del Vaticano II. Per delle ulteriori informazioni circa tale apostasia pressoché universale si visioni il seguente video.

Dunque, coalescendo le generazioni del Profeta Noè e di Lot ottienesi un livello di accuratezza estrema in relazione agli indizi circa i presenti tempi, poiché mai nella storia è esista una tale apostasia pressoché universale come quella corrente. Inoltre, il Cristo annunciò che gli ultimi tempi avrebbero richiamato quelli di Sodoma e Gomorra, essendo quindi la relazione completamente calzante: la presente è l’unica generazione temporalmente identificabile come quella di Sodoma e Gomorra e del Profeta Noè, avente meritato la distruzione mediante il Diluvio Universale.

Visionisi prima quanto pronunciato da Dio nella Sacra Bibbia circa Sodoma e Gomorra.

Genesi 18:20: “Disse adunque il Signore: Il grido di Sodoma, e di Gomorra è cresciuto, e i loro peccati si sono aggravati formisura.”

Conoscesi anche che il peccato di Sodoma e Gomorra consisteva in dei peccati sessuali, contro natura.

Giuda 1:7: “Siccome Sodoma e Gomorra e le città confinanti ree nella stessa maniera d’impurità, e che andavan dietro ad infame libidine, furon fatte esempio, soffrendo la pena d’un fuoco eterno.”

Genesi 19:4-5: “Ma prima ch’essi andassero a dormire, gli uomini della città assediarono la casa, fanciulli, e vecchi, e tutto il popolo insieme, E chiamaron Lot, e gli dissero: Dove sono quegli uomini, che sono entrati in casa tua sul far della notte? mandagli quà fuora, affinché noi li conosciamo.”

La presente generazione riflette quella di Sodoma e Gomorra come nessun’altra nella storia; difatti, è possibile persino alludere ad un periodo temporale specifico. La presente generazione ha riflesso quella di Sodoma e Gomorra nei particolari sin dalla metà degli anni 1990. Allorché riferiscesici a tale periodo non si allude solamente a coloro nati durante lo stesso, ovverosia, coloro nati dalla metà degli anni 1990 in poi, bensì all’ivi umanità nel suo complesso, alle persone di tutte le età essenti vissute durante tale epoca ed aventile dato la sua identità. Ciò è particolarmente vero in virtù dei seguenti punti.

1. La rete informatica incominciò ad essere commerciata, dipoi dilagando, durante la metà degli anni 1990, donde l’accesso alla pornografia ed ai peccati di impurità venne esteso significativamente.

2. La presente è stata la prima generazione della storia ad avere avuto l’accesso alla rete informatica; la stessa è stata predominantemente utilizzata onde commettere peccati di impurità, raccogliendone i frutti: accettazione giornaliera da parte di sempre più persone della sodomia maschile e femminile e finanche della transessualità.

3. L’epoca della presente generazione coincide con la crescita durante il regno dell’Anticristo Antipapa Giovanni Paolo II; il motivo per cui appellalosi così è spiegato in grande dettaglio in tale video.

4. Il presente Antipapa, Antipapa Francesco, è notoriamente a favore dei sodomiti, proferendo frasi come Chi sono io per giudicare? in relazione ad un sodomita, incontrando 2 sodomiti negli SUA, accogliendo un transessuale presso il suo pubblico e lavando i piedi ad un transessuale. Egli è così radicale a riguardo che persino dei sostenitori della setta del Vaticano II criticano il Vaticano.

Sicché, avendo stabilito la relazione tra i tempi del Profeta Noè, di Sodoma e Gomorra e quelli presenti occorre ripassare la storia del primo, cercando di scorgere aspetti applicabili al presente.

Nella storia del Profeta Noè Iddio offre lui 100 anni onde costruire l’arca, come appurabile dai seguenti passaggi.

Genesi 5:31: “E tutta la vita di Lamech fu di settecento settantasette anni, e sì morì. Ma Noè, essendo in età di cinquecento anni, generò, Sem, Cham, e Japheth.”

Genesi 6:13-14: “Disse a Noè: la fine di tutti gli uomini è imminente ne’ miei decreti: la terra per opera loro è ripiena d’iniquità e io gli sterminerò insieme colla terra: Fatti un’arca di legnami piallati: tu farai nell’arca delle piccole stanze, e la invernicerai di bitume di dentro, e di fuori.”

Genesi 7:6: “Ed egli era in età di seicento anni, allorché le acque del diluvio inondarono la terra.”

È dunque importante domandarsi se tali aspetti siano trovabili presso i presenti tempi.

Attesoché ai tempi del Profeta Noè vi furono 100 anni di tempo preparativo, quale aspetto dei presenti tempi marcherebbe chiaramente i 100 anni?

Si è convinti che in tale caso la Madonna di Fatima vesta un ruolo chiave. La Madonna sorresse il Cristo, nonché Dio, per 9 mesi: ella è veramente l’Arca del Nuovo Testamento, la donna abbigliata con il sole descritta da San Giovanni in Apocalisse 12.

Onde visionare tutta l’evidenza per cui la Madonna di Fatima avrebbe molto probabilmente trattato di una grande apostasia e per la quale ella fu la donna abbigliata con il sole descritta nell’Apocalisse si guardi il video del Monastero della Famiglia Santissima intitolato Il terzo segreto di Fatima.

La Madonna è il messaggero di Dio: ella, secondo la Sacra Bibbia, è l’ancella del Signore; è dunque logico che ella, Regina dei Profeti, venisse in Terra per avvisare l’umanità circa i tempi infallibilmente predetti da nostro Signore Gesù Cristo – quei tempi paragonati a quelli del Profeta Noè, in cui un’apostasia pressoché assoluta ed una distruzione mondiale avrebbero preso luogo.

Pertanto, se tali tempi fossero simili a quelli della perduta generazione del Profeta Noè occorrerebbe allora considerare che siccome furono concessi a lui 100 anni di modo da costruire l’arca ed invitarvi le persone 100 anni sarebbero stati ancora stabiliti affinché la presente umanità corrotta si sforzasse a guadagnarsi la vita eterna avanti la fine del mondo, entrando gli eletti nell’arca, nonché la Chiesa Cattolica, e salvando le loro anime.

Ponendo, quindi, le apparizioni della Madonna di Fatima come punto di inizio, non esisterebbe data più chiara in appoggio di tale argomentazione del 2017, giacché marcante il centenario di cotali apparizioni e soprattutto il di lei miracolo del sole, testimoniato da oltre 50000 persone, convertendo finanche i cuori induriti degli atei.

Esiste pure un’interessante serie di eventi verificatisi durante i XVII anni di certuni secoli; ecco alcuni notevoli esempi. Il 05/02/1917 venne firmata la massonica costituzione comunista Messicana. Il 13/10/1917 prese luogo il miracolo del sole di Fatima, Portogallo. Il 02/11/1917 venne emessa la Dichiarazione di Balfour, avente anticipato la formazione dell’Anticristiano cosiddetto stato di Israele. Il 07/11/1917 emerse il Grande drago rosso, la Russia comunista. Il presente anno marcherebbe l’inizio dei 100 anni concessi da Dio al Demonio onde conquistare le strutture fisiche della Chiesa Cattolica e distruggere la Fede Universale dei molti sedicenti Cattolici, come appurabile presso la rilevante visione di Papa Leone XIII.

Nel 1717 nacque la frammassoneria moderna, nel Regno Unito. Nel 1517 Martin Lutero incominciò la Rivoluzione Protestante, da molti identificata come il principio delle piaghe Apocalittiche. L’anno 1417 marcò la fine del Grande Scisma Occidentale; a riguardo, una persona Cattolica ha sottolineato quanto segue: la fine del Grande Scisma Occidentale avvenne l’11/11/1417 con l’elezione di Papa Martino V; il suo seicentesimo anniversario cade nel 2017; il Profeta Noè aveva 600 anni di età durante l’anno del Diluvio Universale.

Si domanda: se il Grande Scisma Occidentale finì nel 1417 marcherà il 2017 la fine dello Scisma Universale promosso dalla setta del Vaticano II? Si vedrà.

È ancora interessante notare che tra la richiesta di consacrazione della Francia al Sacro Cuore di Gesù Cristo da parte del Medesimo nel 1689 e la Rivoluzione Francese del 1789 trascorsero 100 anni.

Iddio è il Signore dell’universo: Egli avrà realizzato od ispirato tutti gli eventi positivi e virtuosi su questa Terra insino sua fine; Egli permette ancora al male talora di manifestarsi, ma solamente alle condizioni da Lui predeterminate, assicurandoSi il raggiungimento del bene maggiore. Avendo permesso l’avvento di sì tante catastrofi nel passato, talvolta durante gli anni XVII di certuni secoli, non è strano pensare che Egli Medesimo abbia stabilito qualcosa di simile con riguardo a coloro ricercanti la verità durante i presenti tempi.

In aggiunta, ove tali argomentazioni non bastassero si gradirebbe addentrarsi nella connessione, assai semplice da tracciare, tra il tempo del Profeta Noè e quello della perversa generazione oggidì sofferta dai pochi Cattolici rimasti.

Presentasi il drappo ufficiale dei sodomiti; esso è riconosciuto da quasi tutte le persone oggigiorno. Tale drappo chiamasi Bandiera arcobaleno poiché traente ispirazione dall’esatto arcobaleno naturale. In tale era finale di grande apostasia tale simbolo è stato così fortemente associato a siffatta cultura depravata che chiunque potrebbe a stento utilizzarlo per altri scopi senza perlomeno generare dei seri malintesi.

Ciò che colpisce circa tutto ciò è che siffatto drappo non riunisce solamente gruppi di uomini posseduti e depravati bensì simboleggia l’alleanza stretta da Dio con il Profeta Noè.

Genesi 9:8-9, 11-16: “Disse ancora Dio a Noè, e a’ suoi figliuoli con lui: Ecco che io fermerò il mio patto con voi, e con la discendenza vostra dopo di voi: … Fermerò il mio patto con voi, e non saranno mai più uccisi colle acque del diluvio tutti gli animali, né diluvio verrà in appresso a disertare la terra. E disse Dio: Ecco il segno del patto, ch’io fo tra voi, e me, e con tutti gli animali viventi, che sono con voi per generazioni eterne: Porrò il mio arcobaleno nelle nuvole, e sarà il segno del patto tra me, e la terra. E quando io avrò coperto il cielo di nuvole, comparirà il mio arco nelle nuvole: E mi ricorderò del patto, che ho con voi, e con ogni anima vivente, che informa carne; e non verran più le acque del diluvio a sterminare tutti i viventi. E l’arcobaleno sarà nelle nuvole, e io in veggendolo mi ricorderò del patto sempiterno fermato tra Dio, e tutte le anime viventi di ogni carne, che è sopra la terra.”

Tali versi dimostrano potentemente le intenzioni Divine, contrastanti con l’orrore e la perversione della presente generazione finale della grande apostasia. Seppure Iddio utilizzi l’arcobaleno onde rimembrare la Sua alleanza con l’umanità, mai più distruggendo l’umanità in un diluvio, i crudeli sodomiti, ispirati dal Diavolo, si sono arrogati tale simbolo di modo da rappresentare orgogliosamente ed in maniera diabolicamente pertinace la loro depravazione Infernale. La popolazione sodomita veniva globalmente rigettata poco tempo addietro ed il suo simbolo, assieme alle sue connotazioni sacrileghe, non coinvolgeva l’intera umanità; al presente, tuttavia, vivesi in un tempo in cui quasi tutti quantomeno tollerano e quantopiù sostengono gruppi di omosessuali, tramutando loro stessi, come scandito da San Paolo, in dei delinquenti peccaminosi degni di morte.

Romani 1:27, 32: “E gli uomini similmente, lasciata la natural unione della donna, ne’ lor desiderj arsero scambievolmente, facendo cose obbrobriose l’un verso l’altro, e riportando in sé stessi la condegna mercede del proprio errore. … I quali conosciuta avendo la giustizia di Dio, non intesero, come chi fa tali cose, è degno di morte: né solamente chi le fa, ma anche chi approva coloro, che le fanno.”

Con ciò a mente, il messaggio apocalittico non potrebbe essere più chiaro: l’umanità sta rompendo apertamente e svergognatamente l’alleanza stretta da Dio con il Profeta Noè e la di lui progenie. Nel ciò operare, la sola fine possibile è la distruzione dell’umanità, non già mediante l’acqua, essendo Iddio sempre fedele alle Sue promesse, bensì mediante il fuoco, come Sodoma e Gomorra – preludio di un Inferno per tutti i reprobi e di un Purgatorio molto rigoroso per tutti i Cattolici in stato di grazia.

Una volta realizzati tali punti, iniziando a vedere le cose per mezzo dell’assistenza dell’infallibile ed increata sapienza Divina, comprendesi più chiaramente ed in maniera estremamente accurata che il Cristo, conoscendo tutte le epoche mondiali, Si riferì specificatamente a tale ultima generazione, la generazione che avrebbe abbracciato gli abomini per cui Sodoma e Gomorra erano state distrutte, la generazione più crudele dell’intera storia dell’umanità.

La connessione tra le apparizioni della Madonna di Fatima ed il conto del Profeta Noè

Los comentarios utiliza la tecnología Disqus

About the Author

Jorge Clavellina

Jorge Clavellina è l’editor rexisrael.com